Il mio risveglio forzato

Contiene tutti i tipi di spoiler

Foto per gentile concessione di South Manitoba Rifles

La cosa divertente di “last straws” è che da soli sono leggeri e insignificanti. Ma c’è un vecchio adagio militare che dice: “oncia uguale sterline; libbra il dolore uguale. ”Le tue spalle e ginocchia sentono quella borsa di birilli morali nascosta nella parte inferiore del tuo zaino ogni singolo passo del cammino. Continua a diventare più pesante man mano che procedi e alla fine crolli sgraziatamente sul lato della strada.

Lo scorso inverno, Star Wars: The Force Awakens è stata semplicemente l’ultima goccia.

Non fraintendetemi, ho pensato che fosse fantastico. In molti modi è andato esattamente come volevo che andasse. Ma era un’oncia in più di quanto potessi gestire e mi ha lasciato sdraiato sul mio zaino come una tartaruga incagliata. Come ci sono arrivato?

The Camel’s Back

È una storia che molti in questa linea di lavoro hanno familiarità: mi sono sposato troppo giovane (21), ho avuto figli troppo presto (22) e sono saltato da una parte profonda alla carriera di ufficiale militare e aviatore. Appena uscito dal college, pieno di zelo religioso e altruismo, credevo a ciò che mi era stato detto per tutta la vita: che avrei potuto fare qualsiasi cosa se avessi lavorato abbastanza duramente. Ho fatto un ulteriore passo avanti e ho pensato che “qualsiasi cosa” significasse anche “tutto”. Il mio primo problema era profondamente radicato e aspettative altissime che non potevano letteralmente mai essere soddisfatte. La delusione quasi continua e viscerale in tutto ciò in cui hai arato la tua vita è un modo devastante di vivere.

La verità è che ci sono alcune cose che il duro lavoro non può raggiungere. Nonostante i messaggi su cui siamo cresciuti – con le sottolineature religiose secondo cui le cose cattive accadono alle persone cattive – le cose cattive accadranno alle persone buone, le cose che pensavamo fossero buone semplicemente falliranno per nessun altro motivo se non quello sbagliato, e potrebbe non esserci nulla possiamo impedirlo.

Ho perso il mio matrimonio. La mia scelta, ma ancora una perdita. Ho chiesto il divorzio dalla mia carriera nello stesso periodo. Anche la mia scelta, anche una perdita ancora. Quindi, come risultato dei primi due, ho fatto quella che è una delle cose più stigmatizzate nella nostra società – dichiarata fallita.

Incredibilmente, la perdita finanziaria è vista tra i circoli della società di cui sono parte molto peggio del divorzio. Mentre la chiesa americana tende a trattare i divorziati come “fallimenti” contagiosi (o vittime, a seconda di quale “parte” si trovi), l’intera società tende a considerare i falliti come degenerati. Ne scrivo come uno che ha lottato con la vergogna e lo stigma e come uno che desidera trasmettere a chiunque in silenzio lottando con esso che non sono soli. Le scelte ti portano ovunque, ma come sanno tutti coloro che hanno combattuto una controinsurrezione, quelle scelte non sono lineari o binarie. Sono molto più di una semplice questione di matematica.

Il duro lavoro e l’impegno da soli non possono sempre impedire il divorzio, sostenere una carriera deludente o evitare la rovina finanziaria non più di quanto possano vincere una guerra, attuare politiche di successo o rendere il mondo un posto più sicuro. Non mi sono mai mancati il ​​duro lavoro e l’impegno. E tutto il sangue e le lacrime che avevo seppellito in quelle cose che persi rendevano ancor più insopportabile gettare via le loro braci morte e andare avanti.

The Straw

In questo breve lasso di tempo in cui ho perso così tanto, Star Wars ha preso gli ultimi pezzetti di nostalgici ritagli di tavolo a cui mi sono aggrappato. Avrebbero potuto deludermi facilmente. Ma invece, una spada laser rossa ha tagliato l’ultimo briciolo di tutto ciò su cui era costruita la mia vecchia vita. Sapevano esattamente come ferirmi di più, e lo facevano su quello schermo, in un teatro che risuonava di applausi e sussulti esagerati di coloro che il giorno dopo rivisitarono l’esperienza con la fantasticheria di una mattina di Natale. Nel frattempo ero solo dentro di me ad un funerale di cenere e polvere della mia vita precedente.

Come molti, sono cresciuto come un secchione di Star Wars. Ha giocato le carte e il gioco di ruolo. Ho visto ogni riedizione nella serata di apertura, insieme a tutti i prequel (immeritevoli). Stavo per essere Han Solo – Volevo persino pilotare un vecchio aereo da trasporto in campo militare (alla fine è successo). Ho sposato la mia ragazza del liceo e lei sarebbe stata Leia. Guardare The Force Awakens era come una vecchia riunione. L’analogia era piuttosto buona: Han e Leia erano divisi proprio come me e la mia ex, ma i miei figli non sono (ancora) Sith. Oh ehi guarda, stanno volando di nuovo il Falco (non vorrei davvero volare di nuovo). Poi è successo. Conosci la scena. Mi hanno ricostruito, mi hanno fatto rivivere con tutti quei vecchi sentimenti e ricordi, poi li hanno tagliati fuori dalle viscere.

Questo può sembrare drammatico, e lo è. Ma nella piena consapevolezza di questo fatto, non riuscivo ancora a gestire la mia devastazione nel contesto di tutto il resto. L’io di vent’anni fa guardava l’io oggi e capiva. Mi è sembrata l’ultima cosa su cui ancora potevo contare: il filo di rilegatura finale da lì a ora.

Nient’altro che in avanti da qui. Duro lavoro e impegno, ma anche saggezza sobria che può essere ottenuta solo dal dolore lancinante. Quella saggezza è il nuovo filo che lega ora la mia cronologia. Lascio la vecchia Star Wars in passato, insieme a tutto il resto del mio vecchio io in cui sono morto. Da nessuna parte, ma nuovo e nuovo. Più avanti e più avanti (come direbbe CS Lewis).