“Il volo della fenice” o – Dovrei sposare Hardy Kruger?

Quindi , recentemente il mio padrone di casa mi ha purtroppo informato di dover vendere l’appartamento che sto affittando, quindi ho dovuto cercare nuovi scavi. Ora nient’altro mi manda in una croce più che spostarmi. Le mie facoltà mentali si sbriciolano e Mr Rationality va in vacanza. È un uomo di scena. Quindi, come modo per rilassarmi dal “maniaco della caccia piatta”, ho pensato di guardare “Il volo della fenice”, un film sugli uomini che vanno fuori di testa tentando di andarsene da qualche parte.

“The Flight of The Phoenix” parla di un aereo con una radio difettosa che trasportava un gruppo di ragazzi costituiti da operai petroliferi, alcune professioni militari e altre professioni relativamente legate alla presenza americana in Libia che, durante una grande sequenza del titolo che si blocca gli attori come i loro nomi vengono fuori, si schianta e li lascia bloccati nel deserto senza alcuna speranza di salvataggio. Quali sono le loro opzioni? Arrenditi, rilassati o forse risolvi i loro problemi di rabbia e aspetta la fugace speranza di salvataggio con una risata forca, o marcia nel deserto in fiamme nella speranza di trovare aiuto o … o c’è un’altra opzione?

Da quel poco che riuscivo a ricordare, ho sempre pensato che questo film riguardasse la ricostruzione e il riavvio dell’aereo. Si scopre che non è tecnicamente il caso, visto che per gran parte del film ero seduto lì pensando “Che diavolo stanno facendo?” Ed è tutto intenzionale dato che non sono mai stato chiaro quale fosse il piano tecnico, ma quando l’ho preso e ha avuto quel momento di rivelazione è stato fantastico. Quindi questo è il piano! Ed è un piano nato dalla pura razionalità dal progettista di aerei Hardy Kruger. Mentre gli altri si fanno prendere dal panico, si arrendono o si disperano, Kruger resiste alla letale indulgenza del sentimentalismo emotivo della loro situazione e si impegna a gestire il problema in questione. La disperazione esistenziale conquistata attraverso la tecnica del vorsprung durch.

Mi ha dato speranza! Se Hardy Kruger riesce a far decollare un aereo distrutto nel deserto, allora sono abbastanza sicuro che anche io potrei trovare un nuovo appartamento. Sì, lo so che sono ancora i cinquanta e cinquanta e quando si prendono le mie capacità per affrontare situazioni pratiche, entrambi sono altrettanto irrealisticamente chiassosi. Ma può essere fatto se togli l’emozione e agisci razionalmente. Penso.

Ad ogni modo, con il passare dei giorni e del lavoro e con l’esaurimento e la disidratazione, la razionalità inizia a dissolversi e la corsa sembra ora finire il lavoro prima che gli uomini non possano più funzionare fisicamente o mentalmente. Gli uomini sono appena aggrappati, aggrappati alla fede nel piano di Kruger …

E poi arriva una delle migliori rivelazioni di sempre in un film come Kruger, felicemente e con la massima disinvoltura, informa James Stewart quale sia il suo lavoro. Certo, è un progettista di aerei ma non ha mai specificato esattamente quale tipo. Ed è allora che l’intero film è passato da una fetta di intrattenimento estremamente divertente a qualcosa di veramente meraviglioso mentre mi sono riso dal culo così tanto che ho dovuto mettere in pausa il film. E la performance di Kruger lo rende semplicemente sublime. È la combinazione perfetta di immensità e frivolezza, dato che James Stewart si rende conto di quanto sia sottile un frammento di un sogno da cui questa Fenice dipende. (E a rischio di sembrare pretenzioso, mi ha fatto venire in mente la sequenza di Bell di “Andrei Rublev” di Tarkovsky, in quanto un sogno donchisciottesco perseguito con innocenza e fede mostra il valore della credenza. ?! ”Momento.)

Tutto si sviluppa in un climax meraviglioso con la tensione spinta ai suoi limiti. L’accensione del motore è un perfetto esempio di vantaggio del cinema del sedile. Ce la faranno? Guardalo e scoprilo.

“Il volo della fenice” è un film meraviglioso. Ci sono così tante cose fantastiche in corso e combinandole con la straordinaria rivelazione (ed esilarante) di Kruger, alcune meravigliose esibizioni e un messaggio edificante sulla speranza e la perseveranza, ho finito per amarla.

Quindi sì, ho bisogno di più di quel pensiero razionale e pratico di Hardy Kruger nella mia vita perché il bugger sa che non lo possiedo. Quindi la prossima volta che incontro una donna che mi piace non ho intenzione di chiedere quale musica o letteratura le piaccia o qualsiasi altra merda poco pratica. L’unica domanda importante che farò è: “Quanto sei simile a Hardy Kruger in Il volo della fenice?”

Ed è per questo che devo sposare Hardy Kruger. Fino ad allora, non disperare. Costruisci il tuo aereo.